Cose grazie alle quali mi sono pagato un gelato senza panna 1

Tra i tanti motivi per cui vale la pena vergognarsi almeno una volta al giorno c’è il cassetto delle videocassette che sta sotto il mobile tv. Alcune puntate videoregistrate di Berverly Hills in cui Brandon Walsh si pettina il ciuffo all’inizio e poi alla fine e nel mezzo solo la fosforescenza di quegli anni. Una puntata di Unomattina in cui tu sei quel puntino in fondo alla sala al minuto due e trentaquattro secondi. Oppure la magica cantilena di Pizzul che anche in un’amichevole, registrata chissà per quale motivo, intonava monocorde: Dino, Roberto, Dino, Roberto non va. È tutto molto bello.

D’accordo, è tutto molto bello. Peccato che oggi il videoregistratore serva soltanto a complicare il percorso a una paio di ragni che ci vivacizzano il soggiorno. <Mio figlio l’ha utilizzato come base per il presepe> commenta soddisfatto Braccino da dietro il banco del bar. <Io quando mi sono vestito da Capitano Kirk per carnevale cliccavo su play e mi teletrasportavo>. Il Tassini esordisce a modo suo nella conversazione provocando null’altro che pena. Ascoltato il boato del silenzio dopo le sue parole rincara con un: <E facevo pure il verso: Cshh cshh>. Braccino solleva gli sguardi del gruppetto che stavano affondando sul Tassini e li sposta sul Barelli. <E te? – domanda – Non dirmi che non hai un videoregistratore>. Barelli sta con le spalle poggiate al videopoker. <Certo che ho un videoregistratore, che ti credi, siamo solo nel 2012. Stavo ascoltando le vostre idee, e devo dire che utilizzare il videoregistratore come base per il presepe non è poi malaccio, ma molto poco tecnologico. Bastava anche il cartone della pizza d’asporto>. <Perché tu che ci faresti?> domanda Braccino. <Si può utilizzare in maniera più consona ai tempi. Prendete un videoregistratore e togliete le quattro viti, fino ad aprirlo. Fate la stessa cosa con un tostapane che non usate più. Togliete tutto quello che non fa parte del “cuore” e restate con l’apertura dove infilare il pane da tostare. Ora adagiate il vecchio tostapane all’interno del videoregistratore facendo combaciare l’ingresso della videocassetta con quello per il pane. Ora vi serve un supporto di plastica, simile ad una cannuccia, rigido e resistente da posizionare in corrispondenza del tasto “play” facendolo restare perpendicolare alla leva del tostapane. Premendo su play azionerete lo start del tostapane all’interno del vecchio videoregistratore. Se vi risulta troppo complicato fatevi aiutare da vostra moglie>.

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: