Gli intagliatori del legno

Andrea Tarabbia

Pensieri sparsi sulla fine dei libri.

Mi sono svegliato e ho capito che i libri non esistono, che non hanno nessun o quasi nessun ruolo nella vita del mondo. Ci ho messo del tempo, a capirlo, perché il mio mondo, il mondo a cui mi riferisco e in cui vivo e che conosco da vicino è fatto di libri e di persone che lavorano coi libri: sono dunque un caso particolare, qualcuno che vive raccolto in una nicchia, come, immagino, sono una nicchia e un mondo a parte i battitori d’aste di bestiame del Nord America che hanno inventato una nuova lingua per vendere i lotti. I libri non esistono perché ormai non hanno nessun ruolo nella modificazione dell’immaginario, nella costruzione di mondi e di opinioni. L’ultimo libro ad aver fatto questo, ad aver costruito un immaginario – per così dire –, in Italia è stato Gomorra. Era il…

View original post 1.369 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: