Un certo pudore sbagliato.

Mica è male che prima del pranzo della domenica apri la Lettura del Corriere della Sera e ci trovi dentro l’intervista a Robert McLiam Wilson che hai amato tanto leggendo “Eureka Street”. Che a quel tempo, parliamo di qualche anno fa, che mette pure la nostalgia, tanto che mi accorgo di averlo pagato Lire 30.000, avevo pure un certo pudore. Un certo pudore sbagliato, che era quello di fargli male al libro. Invece il libro lo devi prendere anche a cazzotti in bocca, o a baci, quelli con la lingua, o quanto meno, quanto meno, se vale, sottolinearlo bene dove necessita. Che mica gli fai il solletico sotto le ascelle se lo sottolinei dove merita, mica ci rimane male. L’han fatto apposta eh.

Comunque, nell’intervista che gli hanno fatto, ti ricordi subito di quanto bene sei stato quando leggevi “Eureka Street”, e di come sei rimasto deluso, tipo da un amico che gli girava male, quando hai letto “Il dolore di Manfred” e che il bello è che lui lo dice. Alza la mano, dice tipo Lo so, lo so da me. E dice un sacco di cose che fanno parte della vita, tutte quelle che dice, ma dice anche che eccoci, ritorna. E insomma oggi è una domenica migliore.

Annunci
Contrassegnato da tag , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: