I Watussi

Ero straziato sul divano nel tentativo di sfogliare qualche giornale con la concentrazione che non bastava nemmeno alla comprensione dei titoli, visto che gli altoparlanti del portatile stavano mandando a gran volume “Il coccodrillo come fa” e “Torero Camomillo”. Ero lì, arreso a non leggere niente, quando è partita la canzone di Vianello: “I Watussi”. L’altro occhio, quello che non stava cercando di decifrare le lettere nere, grandi grandi, sul quotidiano, si è posato sul portatile. La canzone era accompagnata da un cartone animato che raccontava la storia. E a un certo punto, cioè quando si cantava degli “altissimi negri” mi è parso di aver visto uno di questi africani che per quanto era alto arrivava faccia a faccia con un uomo bianco che stava pilotando un elicottero. E cosa ha fatto il watusso? Gli ha pulito il parabrezza dell’elicottero.

A questo punto anche l’altro occhio si è posato sul portatile, ho rimesso indietro il cursore e, indovina?, è successo preciso preciso quello che mi era parso di aver visto.

watussi

Annunci
Contrassegnato da tag , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: