Dammi tre minuti

Prima c’era la prefazione. Poi, siccome bisognava leggere troppo hanno sveltito il processo, tolto la firma di quello noto che faceva le due pagine ante romanzo, e messo una frase secca per attirare l’acquirente. Siccome non sapevano dove metterla han deciso di non far fare nemmeno lo sforzo di aprire il libro e metterla come una fascetta sulla copertina. Considerando che scrivere “bello” non era troppo efficace, ma lo hanno scoperto solo dopo averlo fatto, ovviamente, han deciso di parlare di un romanzo scrivendo dei numeri contabili. Numeri inverificabili oltre tutto, perché si parla di lettori planetari, condivisioni sui social, copie stampate.
Saranno almeno 3 minuti che mi sto interrogando su quale sarà il prossimo passo, e siccome devo andare a controllare la roba in forno ho scritto questa pappardella perché avevo paura che tornando sul divano mi sarei dimenticato lo spinoso interrogativo.

Annunci
Contrassegnato da tag ,

2 thoughts on “Dammi tre minuti

  1. GenioChiara ha detto:

    C è da riflettere…se trovi risposta fammelo sapere

  2. gianniago ha detto:

    dubito, ma ti aggiornerò. 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: